MINIBOND DOMORI: tutti i dettagli.


Entro la fine del 2020, Domori affronterà per la prima volta i mercati finanziari, con l'emissione di un'offerta di minibond per un importo ricompreso tra i 4 e 5 milioni di Euro destinata solo a investitori istituzionali: i minibond, taglio minimo 100 mila euro, della durata di 6 anni con garanzia MCC fino ad un massimo del 90% del nozionale, verranno emessi entro la fine dell’anno con una cedola fissa tra il 3,5% e il 4%.



E' la prima volta che una società del Gruppo illy si apre al mercato dei capitali, oltretutto con uno strumento innovativo ideato e realizzato in collaborazione con l’advisor BPER S.p.A: una decisione che è coerente con il percorso di valorizzazione e crescita di tutte le attività extra caffè, culminata lo scorso anno (2019) nella nascita del "Polo del Gusto", la sub-holding del Gruppo, presieduta da Riccardo Illy, che raccoglie tutti i marchi extra caffè.



Il punto di partenza è stata Domori, che unisce alcuni fattori decisivi per il confronto con gli investitori: una crescita costante dal 2006 (anno dell’acquisizione da parte del Gruppo Illy) a oggi, l'internazionalizzazione, grazie all'acquisizione del marchio inglese Prestat (2019), l’alto tasso di innovazione e la rigorosa attenzione alla sostenibilità.




Consulenti dell’operazione:

Consulenti Legali: Weigmann Studio Legale, Orrick .

Advisor e Arranger: BPER Banca S.p.A.

Auditor: EY S.p.A.

Due Diligence finanziara: EpYon.

Ricerche in materia di investimenti: Value Track.


Leggi il regolamento del prestito:

Regolamento del Prestito
.pdf
Download PDF • 486KB

Leggi il documento di ammissione:


DOCUMENTO DI AMMISSIONE
.pdf
Download PDF • 996KB

SUCCESSO DEL COLLOCAMENTO




Si è chiuso con successo il collocamento dei minibond Domori, la cui emissione è avvenuta il 14 dicembre 2020 su ExtraMot PRO3 di Borsa Italiana, il nuovo segmento obbligazionario dedicato alle PMI e società anche non quotate.


Domori è pronta quindi ad affrontare per la prima volta i mercati finanziari, con l'emissione per un importo di cinque milioni di Euro destinata solo a investitori istituzionali: tra le caratteristiche più innovative dei minibond, c'è senz'altro la garanzia pubblica di Mediocredito Centrale (MCC) confermata al 90% per il valore dell'emesso su un bond quotato.


I minibond sono stati collocati in un parterre di altissimo profilo, che conta, tra gli altri, BPER Banca, Banca Patrimoni, Credito Lombardo Veneto, Civibank, Consultinvest, Banca Finint, CR Savigliano, Zenit.



Andrea Macchione, CEO Domori

Commenta Andrea Macchione, amministratore delegato Domori:

"I minibond Domori hanno raccolto l'attenzione e la fiducia degli investitori: le richieste per 15 milioni di euro, a fronte dell'emissione di 5 milioni di euro, confermano l'interesse del mercato per questi nuovi strumenti finanziari con cui aziende non quotate possono farsi conoscere sui mercati e strutturarsi per passi successivi. Ringraziamo tutto il team di BPER Banca per averci supportato nell’ideazione di questa operazione, creando un precedente unico in questo segmento di mercato. Per Domori si tratta di un passaggio fondamentale".




Sfoglia la rassegna stampa completa sui Minibond: clicca qui





Iscriviti alla Newsletter The Action per conoscere, non solo quello che facciamo, ma quello che ci piace e che ci ispira nel nostro lavoro!


Clicca qui






The Action srl: ufficio stampa e digital PR.


Possiamo aiutarti? contattaci: segreteria@theaction.it


Visita il nostro sito: www.theaction.it




34 visualizzazioni0 commenti